A Natale sono tutti più buoni… “Natale Coach Your Life”

Sì è vero. Non basta un giorno dell’anno.

E’ vero anche che con un regalo materiale non si fa un sentimento.

E’ vero altresì che il mondo ha problemi tanto grossi che non si risolveranno sotto l’albero…

Ma allora – proprio per tutto questo bisogno di “meglio”, di questo “manca” – perché limitarsi a criticare?

Perché non prendere l’occasione di questo periodo e prendersi poi l’intento di portarlo avanti?

Perché essere contro? …e poi… contro a cosa?

 

Ho fatto l’albero di natale nella casa in cui sono andata a vivere con l’uomo che amo.

Mi ha accompagnata per 3 vivai a cercare quello più bello, perché avevo espresso il desiderio di avere un albero vero. Insieme facciamo giusto 100 anni…

Abbiamo parlato di cosa farne mentre stavamo al fresco sul furgoncino con cui siamo andati “in missione”. Un dialogo vivace. Discutiamo animatamente. E abbiamo “parlato” anche del riscaldamento e della tecnologia… e poi di nuovo di come fare a piantarlo in giardino (missione impossibile) e della possibilità di restituirlo per il reimpianto al vivaio “e chissenefrega se l’ho pagato”…

Sotto ci abbiamo messo i regali. Sono tanti. In alcuni pacchi probabilmente sappiamo entrambi cosa c’è… ma chi se ne importa?

Qualsiasi cosa fai è quello che ti evoca che le da veramente importanza. C’è un senso che ha valore in ogni cosa.

 

Rifletto e mi rendo conto che essere pro o contro per default a qualsiasi cosa… impedisce totalmente la possibilità di vivere quel momento in modo personale, pieno e dargli un senso veramente spirituale. Di sentirlo là dove D’Io ti esorta a vivere.

Coach Your Life… Guida la tua vita. Una fiammella si accende e ogni cosa ha il suo senso…

Non sono scatole vuote o piene di niente…

Ti sei già chiesto quanto possa essere bello rendere gioiosa la persona che hai a fianco vivendo semplicemente quello che la vita offre da fare, ricordandoti perché lo fai e per chi lo fai.

Guardo il mio albero. E’ pieno di palline vintage. Ci siamo svegliati una domenica mattina alle 6.30 per andare al mercatino “a fare affari” – come dice Ezio.

Una giornata bella. Fredda e piovosa. Ma piena. La ricerca, attaccare bottone proprio all’uomo dei trenini… lo svelarsi di una sorpresa ma fa lo stesso. Il panino onto…

E’ vero. Abbiamo dovuto avere i soldi per comprarle. E questo non è scontato. E si da il caso che allo stato attuale quella cifra c’era e non mi sento per niente male o in colpa verso la fame nel mondo per aver investito € 40 – 50 per una giornata gioiosa con il mio uomo.

Penso che se non avessimo avuto quei soldi e se non avessimo avuto le palline… saremmo stati contenti lo stesso.

Accade così… si vuole fare una cosa. Le si da un senso… e poi la si abbandona completamente. E’ bellissimo.

In casa c’è profumo di resina. Il pavimento è sporco. Pieno di aghi di pino. Ci avevano avvisati: questo pino tradizionale perde molti aghi. Ci sono quelli fatti apposta per le case. Ne perdono meno… ma chi se ne frega?!

Il senso di ogni cosa con le sue imperfezioni.

Ieri sera Ezio mi ha detto “mannaggia era da tanto tempo che non vedevo un albero con sotto così tanti regali”. Abbiamo sorriso…

Non penso che la mia vita sarà diversa per il contenuto di nessuno di quei pacchi. Lo sarà per il tempo che ho messo a pensare cosa gli può piacere. Per il fatto di immaginare la sorpresa. Per le emozioni che possiamo provare. Anche se non è venuto perfetto.

Le luci sono un po’ scarse. E non ho avuto tempo di andarne a cercare di più belle…

 

Un pensiero per un “Natale Coach Your Life “

A me risulta che Natale è un giorno che celebra la nascita di qualcuno di veramente importante. Nasce un bambino che è figlio di Dio.

Lo vedo quel bambino. Negli occhi miei e in quelli di chi amo. Figlio di D’Io. Figlio di quella parte di noi suprema, elevata, immensa, che può darci il diritto di avere il diritto. Che tiene le chiavi della gioia. E della libertà.

E allora… perché non prendere una occasione…

Domani ne coglierai un’altra.

Se hai bisogno di un supporto per ricordarti che meriti gioia e quanta puoi darne in ogni momento, non lasciartelo scappare. Ci sono le feste comandate!

Natale non è unico. Tu sei unico.

Sei tu e solo tu che rendi commerciale o spirituale quello che fai.

Un dono è meraviglioso… quando contiene il suo unico scopo: essere un simbolo.

Sei tu e solo tu… che fai esperienza di TE. Di chi sei. Senza etichette

 

 

Buon “Natale Coach Your Life”!

Michela

Quanto vi piace il sito COACHYOURLIFE?

ultimamente succede che la gente mi chiama per chiedermi un consiglio, per propormi un lavoro… e mi dice “che bello il sito, mi ha colpito” e cose carine di questo tipo

 

E’ proprio vero che quando inizi a mollare… arrivano i risultati. Inattesi.

E dato che stavo pensando di RIFARLO il sito. Per motivi tecnici che non vi sto a spiegare si fa prima che a correggere… così dicono…

E dato che un po’ dispiace anche a me lasciare questa pergamena…

Allora colgo l’occasione di CHIEDERVI UN COMMENTO!

Vi sarei grata se scriveste qui sotto nei commenti qualcosa che mi aiuti a decidere. In fondo il sito è per VOI. Non per me.
Vi piace? Cosa vorreste trovarci? Cosa vi manca che vi farebbe tornare volentieri? (a parte la newsletter che… lo so… è discontinua… ma dipende dal fatto che il “super” webhoster che avevo trovato nel passaggio mi ha perso un po’ di cose… tra cui le mailing list e per questo… non lo sento più da tempo .-)))

A voi!

Grazie

Michela

Le nuove frontiere del Coaching tra parola e silenzio – Intervista su leggidilomiti di Alessia Trentin

 “La parola è importante. Attraverso la parola e i segnali sottili del corpo che rivelano la coerenza della stessa con quanto crediamo veramente,  possiamo migliorare la vita delle persone” , sostiene Michela Epifani.  Coach e sformatrice,  fondatrice di Coachyourlife, studio di consulenza con sede nel centro storico di Belluno.

“Con l’utilizzo consapevole del linguaggio possiamo far emergere il potenziale inespresso, rafforzare le convinzioni di supporto alle nostre azioni, orientarci in modo efficace e crescere i bambini con spazi di creatività e consapevolezza assolutamente più ampi di quello che pensiamo”,  continua la Epifani.

… La parola è compresa nel silenzio. Il silenzio è compreso nella parola. Non potrebbero esistere uno senza l’altro. E assieme, quando armoniosamente equilibrati, portano il benessere. Del corpo.  Della mente.  Dello spirito.  Delle emozioni.

Parola e silenzio sono i due volti di un’unica medaglia. Sono mezzi che conducono la persona a incontrare luoghi interiori profondi e pacificanti. E l’aiutano ad uscire fuori, ad agire nel mondo in connessione con esso (…)

leggi tutto l’articolo su LEGGIDOLOMITI

Il silenzio curatore di Nicola Artico in esclusiva a Belluno

BY  ALESSIA TRENTIN 22.GIUGNO 2012

Glamour di febbraio…a pag 148 Coachyourlife

a volte capita che le circostanze portino dove non pensavi di andare! a volte sono belle circostanze. 🙂

e mi ritrovo su GLAMOUR  con 10 STEP PER FARTI VALERE SUL LAVORO!

Non che questo articolo cambi il mio pensiero rispetto al significato profondo che ha il mio lavoro e a quelli che io considero risultati…quelli che mi comunicano le persone che vengono da me. Loro: i protagonisti delle loro storie.

Però è stato bello. Mi sono divertita a rispondere alle domande. Mi sono sentita frizzante come un’adolescente nel dire a tutte le mie amiche e amici “Comprate Glamour di febbraio”.

Ho riso di pancia sinceramente quando passavo in edicola e…non c’era… chi mi segue su Facebook lo sa! 🙂

L’articolo è uscito e vedere la mia faccia lì mi ha fatto piacere. Questa rivista è la più letta dalle trentenni!

Ho comprato diverse copie. E poi… ho constatato che il successso di stampa è freschezza. E che è piacevole abbinarlo al successo con le persone. Far succedere le cose migliori nelle loro vite…e poi lasciarli andare. Fieri.

Uno dei due non può esistere senza l’altro, per me. Mentre uno può.

Sarò fiera ogni volta che mi capiterà di poter trasmettere il mio messaggio. Ed essere utile.

E’ fantastico pensare che anche una sola persona tra le migliaia che hanno letto uno dei 10 punti a pagina 148 e può avere scoperto come sentirsi meglio nel luogo di lavoro. Come non farsi sopraffare dalle critiche.

So che potrebbe sembrare banale…ma io la penso proprio così!

Spero ne verranno altri. Chi lo sa Glamour US :-))) e intanto continuo a pensare a quella piccola goccia di ricchezza che ogni persona riesce a mettere nel mare della sua vita. IL SUCCESSO.

E voi, di cosa vorreste sentirmi parlare? Lavoro, amore, sesso, relazioni, sport, tempo libero…

Il mio coaching visto da una giornalista

“…Michela è un trainer, un’allenatrice di idee e di obiettivi, una coltivatrice di sogni: aiuta le persone a sviluppare le proprie potenzialità, crea per loro programmi di allenamento che poco a poco le avvicinino alla meta allineando aspirazioni ed obiettivi, le guida davanti alla porta e poi lascia che loro, sole, calcino il pallone in porta. Goal, obiettivo raggiunto…” (Di Alessia Trentin per Il Gazzettino)

capita a volte che una giornalista non solo ti stia ad ascoltare attentamente mentre racconti concitata i tratti di una professione iniziata 17 anni fa che è anche una passione da molto più tempo, e che… e che… e che… :-), ma che sappia anche trascriverlo in circa 50 righe in un modo che… ha capito anche mia mamma che finalmente, dopo anni, ha chiaro ciò che faccio!

Non aggiungo altro. Potete leggere direttamente l’articolo QUI! 🙂 E POI TORNARE  QUI E LASCIARE il vostro COMMENTO anche per Alessia Trentin.

Michela