#COVID19 E SFIDA PERSONALE

ALCUNE CONSIDERAZIONI SULL’ ATTIVITA’


DOMANDA:

Perchè in questo momento anche se sono attrezzata e so come fare, non sono corsa a mettere on line offerte di corsi, seminari, laboratori collettivi? questa domanda l’ho ricevuta poche sere fa durante una skype call


RISPOSTA:

anche prima – da un po’ – li facevo solo su domanda. da tempo infatti vi è una pluralità di offerte tutte salvifiche e personalmente ho scelto di rendermi semplicemente disponibile.

La domanda è importante. E bisogna anche attendere che nasca o di riconoscerla. E non assecondare le richieste del neuromarketing che affermano il contrario. E’ tempo di alto rispetto. E fiducia. Così ci si avvicina.

COSA STA ACCADENDO ORA

l’evidenza di questa situazione mi ha dato da subito due grandi messaggi:

👉1

nessun lavoro nessun lavoro – in primis quelli di aiuto – può essere gestito pensando con priorità a come guadagnare. siamo tutti uniti in un ciclo.

si deve piuttosto avere sempre a cuore le esigenze delle persone di quelle a cui ci si rivolge e le vostre. Il Perchè.

In questo si distingue anche ciò che è gratuito da ciò che non lo è. senza trascendere dal dare valore e responsabilizzare gli utenti. sempre


Penso certo di poter essere di aiuto, naturalmente. Per tipicità ho una visione possibile sul futuro e i miei clienti mi hanno sempre riconosciuto la capacità di oltrepassare i giudizi su ogni situazione negativa, per portarsi oltre.

Ma è necessario distinguere bene tra ciò che si può offrire in collettivo e ciò che è individuale e personale. Il collettivo ha sempre il limite del collettivo. è una mediazione di ascolto uno a molti.

con intento diverso si può accompagnare persona per persona. Umano. (ndr anche l’imprenditore lo è. fino a prova contraria 😉)


reputo che praticamente tutti stiamo vivendo una importante chiamata a trovare uno spazio profondo di equilibrio per attraversare – ciascuno – le sue personali burrasche.

é strano perchè questo accade proprio perchè “siamo tutti sulla stessa barca”. ma a questa barca non vi ci dovete affidare troppo.

qui vengo alla seconda osservazione

👉2

il lockdown ha lasciato ciascuno momenti importanti in cui è solo con sé stesso.

nella sua vita. coerente od incoerente. e se sta bene, male, dorme, non dorme, lavora, non lavora, sperimenta o cucina, pensa al da farsi,… quale che sia l’ADESSO è un adesso che è veicolato – nel bene e nel male – DALLE PROPRIE ENERGIE. Mai come adesso abbiamo sperimentato che NON CI SONO RISPOSTE VALIDE PER TUTTI. E che ciascuno ha da prendersi la responsabilità di decidere della sua vita sulla base di un “accordo” interno che consente di Vibrare Veramente.
Questo non significa necessariamente avere soluzioni facili, significa ASCOLTARSI IN PROFONDITA’ nel proprio agire. avere il coraggio di sentire.

l’inconscio bussa forte.

Se lo ascoltiamo, avremo la possibilità di trascenderlo e – semplicemente – VIVERE PER COME SIAMO, senza le troppe sovrastrutture di cui – con evidenza – siamo rivestiti.
E PENSO CHE CHI SI ADDENTRA POSSA AVERE BISOGNO DI STRUMENTI personali per svincolare quell’ascolto dal condizionamento esterno. Il più possibile.


Il primo in assoluto tra quelli che ho utilizzato ed utilizzo è LA MATRICE PERSONALE che viene trasmessa alla persona sulla base di una sua domanda espressa e con neutralità DA UN CAMPO DI FIDUCIA, si lasciano “parlare” le connessioni vere del momento. Che dice molto sulle strade e le soluzioni che si stanno percorrendo e percorribili.

So che potrebbe sembrare qualcosa di strano per alcune categorie di persone: un manager per esempio, ma se vi affidate alla evidente certezza che siamo tutti UMANI potrete comprendere che il lavoro e la carriera sono parte del filo sottile di una ESISTENZA e che chiunque ADESSO HA BISOGNO DI connettersi alla FIDUCIA in sé e nella Vita. Le crisi servono a questo. Le abbiamo lette nei libri di storia e di economia. Ora la stiamo vivendo. Ed è Globale.

Per ascoltarsi c’è bisogno ANCHE di FARE IL VUOTO.

E non solo di riempirsi di conoscenze, esercizi, impegni, intenti e quant’altro disponibile ” a distanza”.


E’ importante distinguere tra le cose che facciamo e non attribuire a nessuna il potere “curativo” di quello che è il nostro percorso totale. Alcuni spazi possono anche essere sperimentati con gioia in un atto creativo sperimentale UNICO. di estrema LIBERTA’ interiore. senza dare per scontato che la stessa cosa sia valida per l’altro.


E’ vero: il contatto fisico manca e con esso molte libertà. E molto altro

E non siamo tutti uguali! Siamo tutti diversi. E’ importante che ciascuno intenda come mai ha un bisogno o una spinta esteriore, per dargli ONORE ed ALIMENTARSI DAVVERO di energia, piuttosto che correre a tacitare quella esperienza. O restare in un frenetico movimento per poi ESAURIRSI. Questo non significa ISOLARSI e dunque ben vengano le iniziative. Da quelle leggere a quelle di business, a quelle che si ripropongono di accompagnare a stare in questo momento, quando non addirittura nella trasformazione.

Auspico – ovvio – che ciascuno dei “fornitori” sappia se sta portando avanti il suo intento e – quale e che sia – sia attrezzato per professionalità, studio ed esperienza, per farlo.

Di certo non posso non notare la grande trascuratezza di chi sta prendendo le decisioni collettive, sul campo del benessere psicofisico.


La distinzione tra un esperienza collettiva ed individuale cade sul piano in cui ogni ci si accorge che ogni esperienza individuale esterna è precisamente quella utile e scelta interiormente per far vibrare la nostra essenza. Solo che bisogna accettare di uscire dall’esito. Sempre.


Perchè dunque dedico attenzione alla matrice personale?

  • è importante aiutarsi a togliersi dal giudizio di sé e conoscere le proprie energie e programmazioni. i propri schemi di riferimento. ti aiuta a riconoscere, nel quotidiano, il tuo fiume. per navigarlo e non remarvi contro. lo stai già facendo. ma magari non ne hai coscienza.
  • le ricette uguali “per tutti” sono come le pillole della farmacia. l’autoconoscenza è invece un percorso di sperimentazione di qualcosa che è già in te e ti da modo di DARE SPAZIO IL TUO PERCORSO. SVINCOARLO. ovvero di prenderti la responsabilità rispetto a te stesso.
  • – riconoscere quel filo sottile che ha tracciato tutta la tua esistenza, dal lavoro alle relazioni, i figli, a come vivi piccoli gesti quotidiani… è una esperienza indimenticabile. incredibilmente viva.
  • – non vi è teoria, né intelletto. non vi sono “discipline slavifiche” e altre no.

ci sei solo tu e il tuo filo sottile tracciato a matita per tutta la tua esistenza.

  • – se sai COME decidi sei più libero di quando qualcuno ti dice COSA decidere ed è più funzionale che attendere il destino
  • – ogni fastidio che stai vivendo ora è un segnale interno per te e se riconosci quel segnale… buona parte l’hai già liberata, questo lo sai tu.
  • è – come altre – una esperienza possibile

EMERGENZA – IO CI SONO

Sessioni di coaching e consulenze on line. Un aiuto per l’emergenza

Dal 29 gennaio ho messo a disposizione parte del mio tempo per aiutare le persone o le aziende in questa situazione di Emergenza

COME PRENOTARE IL TUO APPUNTAMENTO via skype o telefono GRATUITO:

👉 SCRIVIMI SU MESSENGER SE SEGUI LA MIA PAGINA FB: Michela Epifani COACHYOURLIFE

👉 SCRIVIMI ALLA MAIL CREATA APPOSITAMENTE: emergenze@coachyourlife.it

indicando semplicemente il tuo nome e cognome, se sei privato o azienda.

Il servizio COACHYOURLIFE PER L’EMERGENZA è valido fino alla fine dell’emergenza e comunque fino al 30/4/2020.

Siamo più di quanto possiamo immaginare. ❤️

Born to Live – intensivo 15.16/02/2020

incontrare l’Essenza e la tua matrice di Nascita

SIAMO MATRICE ALCHEMICA. UNIONE TRA PASSATO, FUTURO E PRESENTE, CHE VA AL DI LA’ DI CIO’ CHE PER LA MENTE è CONCEPIBILE

il viaggio che stai facendo ha dei tratti sottili segnati.

Cosa pulsa dalla tua anima? Cosa ti da pace e gioia? Che senso hanno alcuni accadimenti nel tuo percorso?

E ancora potrei proseguire… che lavoro è adatto a te? perchè ti succedono “queste cose”?

Sembra che le domande siano molte… perciò le lascerò scegliere a te. A ciascuno le sue. Hai mai notato che vi sono delle caratteristiche distintive e ripetitive nel tuo quotidiano vivere? Non si tratta – come ti hanno detto – di accontentarsi delle risposte che erano accettabili un tempo “è carattere”, “è genetica”, “destino”. Si tratta più propriamente di prendere coscienza di una matrice energetica della quale sei dotato fin dalla tua incarnazione. Si tratta di riconoscere le programmazioni delle tue cellule.

Perchè celebriamo il compleanno come fosse il primo giorno davvero? Un bimbo non è forse vivo, mentre per 9 mesi è trasportato dalla madre in ogni suo andare e sentire? Nessuno di noi si conosce fino in fondo fino a che non si è confrontato con le sue dinamiche nascoste.

BORN TO LIVE è un we intensivo esperienziale. In cui potrai lavorare alle tue matrici, in profondità, con intenzione, sostenuto dal gruppo e dall’attivazione energetica di un campo neutro e potente.

Una grande presa di coscienza di cosa significhi essere veramente responsabili della propria Vita. Per realizzare il cammino segnato e con il libero arbitrio di cui siamo dotati.

SIAMO MATRICE ALCHEMICA. UNIONE TRA PASSATO, FUTURO E PRESENTE, CHE VA AL DI LA’ DI CIO’ CHE PER LA MENTE è CONCEPIBILE

sei NATO già VIVO!

NOTA CHE questo non è un corso sulla didattica delle matrici. Non esiste una tecnica giusta su tutte, né una migliore di altre. Il cammino è individuale perciò questo è un we esperienziale dove ciascuno lavorerà sulla sua personale, unica e irriproducibile matrice di nascita.

BORN TO LIVE è ADATTO a chi sente di volere scoprire e chiarificare il suo vissuto e il suo prossimo vivere. In presenza soprattutto. A chi sente il cambiamento e non conosce ancora la chiave o semplicemente vuole condividere la sua personali esperienza.

SONO RICHIESTI atteggiamento di non-giudizio e rispettoso delle esperienze dei partecipanti, soprattutto attenzione compassionevole. ❤️
puntualità e partecipazione costruttiva serviranno a rassicurare chiunque che il campo energetico del gruppo è amorevole e protettivo.❤️

Quota di partecipazione all’intensivo € 240 da versare in loco.


VI ASPETTO!

YOUR CHOICE – LAST MINUTE 2019

Il tempo stringe e la scelta del percorso di studi è una delle più importanti!

Se state pensando a “cosa fare da grandi”, se vi trovate ancora travolti da consigli contrastanti, se vi rendete conto che dentro ci sono ancora molti dubbi.

Se siete genitori di giovani che stanno incamminandosi verso la loro Vita forse è il momento di accorgervi che quella che devono scegliere è la loro strada e non la vostra.

Lasciate che si immergano in una giornata Vivificante dei Talenti che hanno a disposizione e nei loro sogni, dubbi e desideri.

“Michela non ti ringrazierò mai abbastanza per avermi aiutato ad andare a Bologna. Perché altrimenti non avrei avuto tutte queste opportunità” (Steven – Studente a Bologna – Attualmente in Israele con Borsa di Studio)

APPUNTAMENTO IL 19 AGOSTO A TISOI (BELLUNO)

Questa giornata è per Voi! (Giovani dai 17 ai 24 anni o in fase di scelta degli Studi)

Questa giornata è per il FUTURO

Questa giornata celebra il talento e lo mette in corsa.

Questa giornata risparmierà alle famiglie tra i 30.000 e i 60.000 euro di una scelta sbagliata, la frustrazione di un traguardo impersonale o dell’abbandono e molto altro.

Renderà Viva la scelta e gratificante l’Impegno. E tutti saremo contenti. 

SCARICA IL PDF – YOUR CHOICE LAST MINUTE.pages

LAST MINUTE!

Le iscrizioni si fanno così:

via whatapp

393 27 38 518  (il mio diretto. potete anche chiamare così risponderò alle vostre domande. tenendo conto che se resto ore con ciascuno starò trascurando qualcun altro che necessita delle stesse informazioni 😉 )

oppure se vuoi fare più veloce compila subito la scheda QUI ✌️

via mail

eventi@coachyourlife.it (oggetto ISCRIZIONE LAST MINUTE YOUR CHOICE)

per WHATSAPP E MAIL FAI COPIA – INCOLLA DI QUESTO TESTO : 👇

  • NOME + COGNOME
  • DATA DI NASCITA del partecipante
  • PARTECIPO A YOUR CHOICHE 2019
  • UNA MAIL (per le comunicazioni sul ritrovo e i dettagli della giornata)

Io ci sono!

Ora tocca a voi!

Buone ferie! Ci vediamo a Tisoi

SÌ ALLA VITA

Sono venuta in un posto. Ho portato qui Il mio posto. Per oggi.

Sono venuta a vedere un ponte che potrò ancora attraversare diversamente.

Ho svuotato la borsa della rabbia e lasciato ciò che fa male a macerare e crescere nel prato. Da ciò che marcisce e muore, nasce qualcosa se sei nella natura.

Mi sono tolta di dosso pelle addolorata. Ed ho bruciato ciò che non è. Il ricordo non è.

Mi sono lavata gli occhi nella fresca acqua che fluisce.

Sono venuta a dire sì alla Vita.

Sono venuta da sola a sentire l’imbarazzo di una frase così Bella che urlarla non dovrebbe essere segreto. E non lo è.

Sono venuta a farmi un giro in questa immensità. Dove dentro si confonde con fuori. Dove Sei SOLA e SOLE. 

EVOLUZIONE. IGNOTO. PAURA. E SCIENZA

Prendo spunto da uno dei tanti commenti avversi alle discipline innovative in campo di malattia, per una considerazione più grande.

Trovo sempre “l’altra faccia della medaglia” quando leggo questi commenti, dipende chi li fa. gli assolutismi mi fanno quasi più paura delle malattie.

in questo caso si tratta di una persona che stimo e il tutto non è che si risolve in chi ha ragione. per fortuna siamo entrambe d’accordo.

è bello quando accade. nasce dentro di me una domanda più grande.

PERCHE’ VI E’ TUTTO QUESTO BISOGNO DI NON CREDERE in qualcosa che è nuovo? che scardina antiche sicurezze?

non mi riferisco agli interessi economici. di quello, ormai, si sa…

mi riferisco più in generale al bisogno di tenere a sé delle certezze. quando invece viviamo il momento più ricco di incertezze che si possa ricordare.

Perché la parola SCIENZA – che fin da piccola evoca in me impegno in analisi ed esperimenti impensabili; il fare “cose strane” al fine di scoprire qualcosa… – perché questa parola è diventata per molti (fortunatamente non per tutti) sinonimo di casta che decreta ciò che è giusto, anziché evocare un incipit ad approfondire, ricercare, confutare, e sperimentare? farsi un’idea

io voglio sentirmi libera di scoprire… che ne so… che un tempo ero pesce

le scoperte più interessanti che costituiscono integrazione mente-corpo, soprattutto in medicina, fanno – prima di tutto – paura.


possibile che non siamo ancora capaci di dedicarci alacremente ad integrare lo stupore nelle nostre esistenze? e approfondire (anche con approccio scientifico, perché no)
ho conosciuto persone a cui avevano dato pochi mesi di vita e le ho conosciute vive, sane. rinate. credo siano rinate per due motivi abbinati:


👉 sono state capaci di credere in qualcosa “d’altro”

👉 e volevano vivere veramente

e come potrei negare questo?

io non ci riuscirei nemmeno se ci provassi.
io credo che esista l’evoluzione. l’ho sempre creduto. fin da bambina. e sono grata di non aver bisogno di certezze su tutto. perché l’evoluzione più affascinante è quella fuori dallo schema prevedibile.

è il chissà che reca MAGIA, SPERANZA, EVOLUZIONE, FEDE A QUESTO IMMENSO MISTERO CHE E’ LA VITA

avreste immaginato dieci anni fa che in pochi anni avreste potuto avere sempre con voi tutto il lavoro di una vita… in un telefono. o che avrete visto correre delle persone con delle “gambe di acciaio”.


sorrido immaginando che il 50% dei problemi nei quali ci sentiamo stretti per paura di non farcela “da vecchi”… non esisteranno più. da vecchi.

la parola “casa” e la parola “malattia”, come la parola “lavoro” contengono condizionamenti. ANTICHI E RETROGRADI

dobbiamo accorgerci tutti che LA PULIZIA DEL CAMPO ENERGETICO DI ALCUNE PAROLE è un impegno certosino e quotidiano. e metterci alla prova – dentro –

I Denti hanno una simbologia. Gli organi hanno una simbologia. Tutto è connesso e la malattia e il dolore SONO IL SEGNO CORPOREO CHE QUALCOSA E’ GIA’ SUCCESSO E STA SUCCEDENDO.

SIAMO ESSERI PIENI DI EQUILIBRIO. ANTICO.

Non dico che non ci si deve curare. Anzi. Dico però che la cura non è solo il farmaco. Che vi sono persone che sono praticamente addormentate nei loro sensi e poi hanno un SEGNO e corrono in farmacia a spegnerlo. E la maggior parte del mondo fuori ti chiede questo. VAI CORRI A SPEGNERE IL SEGNO.

E invece bisogna accorgersi che il disequilibrio è insito in ogni passo. In ogni moto. e ricordarlo BENE. QUANDO SI BALLA

Noi siamo MOTO. Non siamo ORGANISMI FERMI. TUTTO SI MUOVE IN NOI. PIENO DI VITA.

Spero che domani non saremo più così tanto ammalati ma che diverremo ESSERI AMMALIATI.

Coach your life

Michela

Strings Theory music camp – UNA METEORA DI TALENTI

Oggi vi parlo di qualcosa di NUOVO. e BELLO.

No, non si tratta dell’ennesima tecnica di miglioramento. Di quelle ormai…

Si tratta di UN PROGETTO GENIALE nel quale – per mia grande fortuna – avrò la mia parte come TALENT COACH DI RAGAZZI INNAMORATI DELLA MUSICA. 😁🎶

Lo Strings Theory music camp è un campus musicale per ragazzi  ideato da Francesca-Paola Montagni Marchiori che si terrà a Maggio presso Villa Marchiori dei Cappuccini a Lendinara (RO). Nel Polesine

In due week end il mondo dell’educazione al talento, dei sogni e della realtà… SI UNIRANNO IN UN UNICO GRANDE ATTO.

E chi impara sarà con chi ha successo e suona in tutta Europa, e chi canta, e chi da luce a chi canta e chi realizza gli strumenti e chi mette tutto assieme e chi coinvolge e risveglia talenti… tutti saremo lì. Assieme. Per loro. con loro.

10.11.12/5

17.18.19/5

Laboratori, Jam Sessions, Stages, Workshops, Masterclass, Concerti. 

Tutto ciò che ogni amante della musica vorrebbe vivere.😍 I ragazzi avranno un coach. (Io)

👉10 concerti

👉26 musicisti professionisti

👉4 borse di studio

TANTA VITA!! La rievoluzione è in atto. Dunque vi consiglio di segnarvi le date. Se avete figli portateceli! Se non ne avete… venite ad ascoltare i concerti che sono aperti al pubblico.

https://www.stringstheorymusicamp.it/

Per sostenere questa primissima edizione è stato anche lanciato un crowdfunding su Produzioni Dal Basso. Chiunque può fare una donazione libera a questo link.

https://www.produzionidalbasso.com/project/strings-theory-music-camp/

Io non so voi, ma desidero che il mondo intero ne parli! (e in effetti già un po’ così è… che sono già arrivate ambasce dalla vicina Francia per il prossimo anno!)

Grazie di cuore a tutti coloro che condivideranno e ci aiuteranno a diffondere lo #StringsTheoryMusicCamp!😊

press:

la talentuosa blogger Sara Bao Nel suo blog Baoblog – Rocknroll398

Lo scrittore Mauro Fornaro 

https://maurofornaro.blogspot.com/2019/02/strings-theory-music-camp.html?m=1

Per i naviganti: correte a mettere like alla pagina qui https://www.facebook.com/stringstheorymusicamp/

e avere così gli aggiornamenti. O scrivere una vostra opinione sul progetto!

Live Love 🎸❤️🎼 and Coach Your Life  

esiste l’ORIGINALE?

io non ho figli, ma ho partorito molte idee.

alcune le ho poi cresciute da sola. come tante mamme single. altre me le hanno portate via. e altre ancora si sono mosse nel vento probabilmente per conto loro. non so come.
ma so che quando – nel 2007 – ho ideato coachyourlife da questo progetto sono nate idee e piccole iniziative. che non ho registrato (in realtà non avevo registrato neanche coachyourlife fino all’anno scorso. sono lenta coi nomi “propri”. forse perchè non mi sognerei mai di prendere l’idea di un altro e dire che è mia)
giocavo con la parola coachyourlife e l’evoluzione che parte da sé

  • coachyourstyle
  • jobyourlife
  • leadyourlife
  • coachyourwife (questo era azzardato!)
  • e via così 

la prima era un progetto concreto di cui ho parlato anche con la moglie di un amico che sta negli USA e le è piaciuto così tanto che… se lo è registrato senza chiedermelo! la seconda è ora una specie di webplatform molto sostenuta dal marketing e loro se lo sono registrato eccome. mi fa paura persino scrivere il nome che si capisce che c’hanno l’avvocato. penso sia una coincidenza. fatto sta che l’imprinting di business fa muovere con velocità verso la tutela di un territorio. perchè io c’ero prima ma il nome è loro. legalmente. e hanno fatto le cose per bene.                                                proseguendo questo excursus: ho persino trovato il mio tag #coachyourlife in un sito di coach non troppo smart che mi avevano contattata per una collaborazione e fatalità…


stamattina ho letto un bel post di un vecchio partecipante ai miei corsi “SMART YOUR LIFE” e mi è sorto un sorriso. No, non penso mi abbia “copiata”. E’ sorto una riflessione più grande. Ed è quella che genera questo post.

Penso semplicemente che le idee innovative sono embrioni, e dopo una decina d’anni prendono forma marcata e nasce la diffusione. 

Non importa da quale strada.


Forse anche io ho colto dei riflessi da qualche altra parte senza saperlo. Chissà.

In effetti è in dubbio anche cosa significhi veramente essere originale. Io lo collego al riconoscere IL GUIZZO che nasce da dentro. Il guizzo creativo che ti fa osservare qualcosa che (secondo te) non esiste. Questo non decreta alcun diritto. Come quando nasce una persona.

Bisogna andare all’anagrafe e per l’anagrafe delle idee ci vogliono dei soldi e delle competenze per poter dire “è figlia mia”.

in giro per il web – siccome a molti piacciono le cose originali – ci sono anche tanti fanfaroni che usando una tecnica di comunicazione (oppure un ego spinto) dichiarano di essere stati “I PRIMI A…” 

è COSì CHE SIAMO PIENI DI PRIMIZIE che esistevano già. e persino quelli del TIRAMISU’ stanno a discutere da dove è nato… mentre noi lo mangiamo.

Ora voglio considerare una cosa. Tutta al femminile. Una donna sa quando qualcosa nasce da lei. Perchè è un processo che abbiamo insito nel nostro essere. Non abbiamo dubbi su questo. Poi arriva il padre e la legge dice che ha diritto di dare il nome per primo… se c’è un contratto…

Provate a pensare ad una idea in questo senso…

Padri e Madri litigano a volte per stabilire di chi è il figlio o per negarlo. E così accade per le idee. I padri non hanno certezza… forse solo le somiglianze…

Stamattina voglio immaginare un universo veramente ricco e abbondante. Nel quale le idee – che sono nostre figlie – generano un moto che le fa circolare da sole. Laddove si posano hanno un senso. Personale e unico anch’esso. E questo senso può appartenere a più persone. Perchè ve ne è più di uno. E l’importante è scoprirlo e riconoscere ciò che è vero dentro di noi. e non imbrogliare su questo. se siamo onesti non possiamo negare che solo alcune opere d’arte sono originali e uniche e poi ci sono le persone.

i metodi. le scoperte. sono di chi li ha scoperti o di chi li ha saputi comunicare al mondo? o ancora di chi li ha ispirati? è un bell’inghippo. e riporta una riflessione interessante:

siamo noi ad avere questo bisogno molto egoico. ma esiste un NOI. e noi  è di tutti. perchè nello spazio più etereo non esiste la PROPRIETA’.

Come i bambini. Le idee sono di tutti. Per poterci giocare! Le hai avute per generare qualcosa. Prima te ne stacchi. Meglio stai. Prima le riconosci e prima le concretizzi… più sei padrone di ciò che crei. Ma se non lo padroneggi… hai sempre la TUA UNICITA’ CHE DICE “QUESTO E’ TUO”. e tutto riporta alla Tua sensazione di sentirti REALIZZATO. che è diverso dal vederti riconosciuto all’esterno.

Viviamo un momento meraviglioso in cui abbiamo la possibilità di generare e creare e al contempo anche di staccarci da tutti i bisogni e lasciar correre fuori nel mondo ciò che SIAMO.

Buone idee! e Buona diffusione. Buona creazione.

Il mio augurio di Natale è questo.

SII TE’ STESSO E NON COPIARTI DA ALTRI

Michela

“NATALENT” – ANALISI DEL PROFILO E DEI TALENTI da REGALARE A NATALE

In effetti potreste anche desiderare di entrare in qualche negozio superaffollato a comprare il solito paio di blue jeans, oppure accaparrarvi il paio di scarpe che proprio mancano…
potreste persino spendere centinaia di euro in integratori miracolosi per lo stress, per dimagrire, per tenervi su, per…
e se a natale pensaste invece di farvi regalare “NATALENT” un regalo semplice, da portarvi sempre appresso qualsiasi cosa accada. valido per tutte le stagioni e per tutte le età?
per rinascere bisogna morire, così come la moda che vi spinge adesso ad acquistare qualche capo che avete sicuramente già buttato via negli anni 80…
ieri sera mi sono chiesta cosa sarebbe successo alla mia vita se a 16 anni avessi avuto un mentore che mi regalava una MAPPA DELL’UNICITA’ dei miei talenti… wow! subito dopo ho ricevuto la telefonata di una cliente che è già venuta a farsi la consulenza e mi dice “Michela, ho deciso di regalare per il compleanno a Monica la consulenza con te” … wow

I tempi cambiano e la nostra sensibilità verso l’autenticità aumenta.
Così immagino  “NATALENT”. 
Con la creatività istintiva è nato il nome. Che è un unione. 
Natale + Talento

Un atto d’amore <3 merita sempre di essere celebrato ed è perciò che a chi regala, regalo io. Acquisti per una persona e ricevi per te.
Che magnifica occasione di far circolare la Bellezza!

per prenotare: eventi@coachyourlife.it – oppure clicca qui e scrivimi su FB

oggetto: NATALENT indicando nome, cognome e numero di telefono.  se indichi anche il codice promozionale 25NATALENT potrai avere con la consulenza anche una seconda sessione di 45′ da usare per te! 


Buon NATALENT
Michela Epifani – Coach your Life!|