incontrarsi negli occhi di un altro

Stamattina una donna, che mi vedeva per la prima volta nella sua vita, mi ha detto cose di me che a volte stento a credere si vedano.

Sono cose belle. Veramente tanto belle…

Stento a credere si vedano perché la gran parte delle persone che ho incontrato nella vita mi ha dimostrato quanto è difficile stare sulla gratitudine, sul riconoscere i propri limiti invece che spalmarli addosso a chi ha vicino.

La fuga è spesso più appetibile dello stare, fermi, davanti allo specchio.

È incredibile come possa commuovere sentirsi dire qualcosa che senti così grande dentro di te e così ‘celato’, benché esposto…

Sembra che ti si allarghi il respiro…

Ed è incredibile  anche quanto – al contrario – possano lasciare traccia  tutti gli abbandoni. Le schiene girate ingiustamente. La parola negata. Volti che hai accarezzato in lacrime che si sono dissolti senza un saluto… solo a reggere i pezzi delle proprie bugie più nascoste.

L’inconscio degli altri mi fa più paura del mio… Quanto il mio… Quello vero

Ed è incredibile notare e sapere che ancora qualcosa di te ha creato questo richiamo…

Quando un essere umano può guardarti nella tua totale interezza e dire cose meravigliose di te… ti senti disarmato. Come se improvvisamente gli argini che hanno trattenuto dentro tutte le lacrime per così tanti anni… crollassero… un fiume caldo ti stanca… e la voglia di abbandonarti risplende in tutto il suo richiamo… arresa…

Se un solo essere nella terra può riconoscerti… è perché tu puoi… !

Il resto, tutto il resto, riguarda quel pudore di te che ti ricopre l’anima.  E ti senti come se qualcosa ti avesse finalmente permesso di ricongiungerti con quella parte di te così sommersa… nascosta da tutto ciò che devi dimostrare di essere e non sai nemmeno tu il perché. Non lo puoi sapere. Non c’è niente da sapere. Già sai.

C’è da smettere. Smettere di fare.

E decidere di esistere. Con tutta la tua strafottente, esondante bellezza. Nella tua vita. Fuori dalla pelle di chi è venuto prima di te. Fuori… del tutto…

Uscire fuori. Mangiare un gelato. Fidarsi di sé…

E respirare. Adesso…

 

NON C’E’ KAIZEN SENZA LEADERSHIP! LA XIII EDIZIONE OSPITATA IL 7.2.2014 DA SOCOMEC

Siamo alla XIII° E NON SIAMO SUPERSTIZIOSI! 

 

Questa edizione del nostro seminario itinerante  NON C’E’ KAIZEN SENZA LEADERSHIP  vedrà sbarcare la Coachessa (ovvero me ;-)) e Daniele Semenzato (talentisnelli) alla

SOCOMEC

che apre le porte a noi e ai partecipanti al seminario grazie la cortese accoglienza di Sara Trentin – HR Manager del gruppo.

E restiamo fedeli al TEMA ESSENZIALE per applicare veramente i principi chiave dell’ottica Lean Toyota in modo completo e con il pieno coinvolgimento delle PERSONE

con la nostra consolidata e italianissima LINEA DIRETTA di integrazione GIAPPONE – USA  (KAIZEN –  LEADERSHIP) per capire COSA E’ NECESSARIO FARE per attivare CAMBIAMENTI DURATURI ED ATTIVARE IL POTENZIALE DEI NUOVI MODELLI ORGANIZZATIVI EMERGENTI. 

 

LEADERSHIP E NON SOLO

per gesture i cambiamenti:

 

    • MIGLIORAMENTO CONTINUO. Come motivare le persone verso il sistema di miglioramento continuo? Quali sono le motivazioni delle persone che guidiamo e come facciamo ad attivarle per sostenere il processo di cambiamento in azienda?
    • RISPETTO PER LE PERSONE  Come capire e responsabilizzare attivamente le persone e attivare così la loro Leadership personale.
    • LOGICHE DI TEAM, stimoli alla crescita personale

 

Forse potrei sembrarvi romantica, ma sono invece molto orgogliosa della forte ricettività delle NOSTRE AZIENDE LOCALI – grandi e piccole – a questo tema che le dimostra accese sui temi del cambiamento e del miglioramento in un momento così critico. Significa che SONO IN CORSA. CHE NON STANNO A CASA A LAMENTARSI, NE’ AD ASPETTARE CHE CHISSA’ CHI LE AIUTI.

Sono le NOSTRE AZIENDE. Sono le NOSTRE PERSONE. Che muovono il pantalone (e la gonna) dalla scrivania per mettersi in gioco e trovare strade. E questo lascia traccia di un messaggio PRIORITARIO:  NON MOLLANO! e scusatemi se riconosco che sono tra le poche!

Lo so, è solo un seminario. Ma se anche solo un gruppo tra partecipanti troverà uno strumento, uno spunto UTILE, CONCRETO ED EFFICACE PER RESTARE COMPETITIVO E COINVOLGERE IL SUO TEAM… io e Daniele siamo contenti. Che dico contenti. Soddisfatti. Che dico soddisfatti. Felici!

 

E quindi

“NON C’E’ KAIZEN SENZA LEADERSHIP”

c/o SOCOMEC

ISOLA VICENTINA  (VI) – Via Sila 1/3 

7 FEBBRAIO 2014 – 14.30 – 18.00

 

La partecipazione aperta ad aziende e liberi pensatori interessati allo sviluppo del coinvolgimento umano e dei suoi effetti sui temi della Qualità, Lean Organization, Change Management  e Sviluppo dei Talenti nelle organizzazioni moderne. E a chiunque voglia comprendere meglio le attuali tematiche del Cambiamento in Aziende e Sistemi Connessi Cuore-Mente.

 

LEGGI  IL PROGRAMMA con le informazioni logistiche o compila direttamente on line la scheda di adesione oppure conferma la tua presenza a eventi@coachyourlife.it

 

Per sperimentare. Per credere.

Vi aspetto numerosi!

FELICE ED ENERGETICO 2014

Michela